Skip to Content

PREMIO EOLO – Vela in Campania 2017

La Asd Peepul Sport è stata invitata al Salone Nautico NAUTIC SUD per ricevere il Premio Eolo.

Il Presidente Vittorio Lepre, la coordinatrice Titti Conte, con lo Staff e gli atleti, hanno partecipato all’evento con entusiasmo e orgoglio.

Siamo stati premiati per il maggior numero di tesserati FIV nella categoria Vela Paralimpica.

“Vela in Campania” si conferma la vera festa dei Circoli FIV della Campania. Folto parterre di atleti, tecnici, ufficiali di regata, dirigenti, presidenti, tra i maggiori protagonisti dell’anno 2016, vincitori di campionati regionali, italiani ed europei.

Ad aprire la cerimonia il Presidente di Zona Francesco Lo Schiavo, ospiti sul palco Donatella Chiodo, Presidente della Mostra d’Oltremare e Vincenzo Nappo Consigliere Associazione Nautica Regionale Campana, che hanno sostenuto l’idea di ospitare la festa dei Circoli all’interno della sala che porta il nome di un grande navigatore del passato e quindi la graditissima partecipazione del presidente Federale Francesco Ettore.

A portare i saluti del Comune di Napoli l’Assessore allo Sport Ciro Borriello ed in chiusura il Sindaco Luigi de Magistris, che ancora una volta ha testimoniato la vicinanza dell’Amministrazione Comunale allo sport velico ed ai Circoli di Napoli e della Città Metropolitana.

Presenti in sala i rappresentanti della Capitaneria di Porto, dell’Accademia Aeronautica, il Presidente del Comitato Regionale Paralimpico i rappresentanti dell’Università Parthenope e della Federico II  e i vertici dell’Agenzia per le Universiadi con il Presidente Raimondo Pasquino e il Direttore Generale Gianluca Basile, che hanno potuto apprezzare la grande energia del sistema velico campano e l’impegno della V  Zona nello sviluppo del progetto organizzativo della Vela per Napoli 2019.

La Cerimonia di premiazione condotta dal Presidente di Zona Francesco Lo Schiavo e dal Consigliere Enrico Deuringer  è stata svolta con la piena partecipazione del Presidente Federale Francesco Ettorre che ha premiato personalmente atleti e dirigenti delle Società e con la collaborazione dell’intero Comitato di Zona.

Premi Eolo per il tesseramento alle Società Affiliate LNI Napoli, Reale Yacht Club Canottieri Savoia, Yacht Club Capri e Peepul Sport Onlus mentre per le grandi organizzazioni del 2016 premiati la Lega Navale di Castellammare , la Lega Navale di Vico Equense ed il Circolo Nautico Marina di Alimuri che insieme hanno portato a termine la sfida della tappa finale dell’Optisud a Vico Equense.

La premiazione sul tema mondo vela è andata a Salvatore Serio Presidente e Amministratore Delegato di Dufour  Yacht prestigioso cantiere di La Rochelle tra i più apprezzati costruttori di imbarcazioni a vela del mondo, quale testimonianza di un talento napoletano prestato alla Francia e da sempre sensibile all’attività velica del golfo.

Premio Eolo all’UdR Gennaro Ernano ed all’allenatore Francesco Forestieri .

Per i Media premiati Gianfranco Coppola ed Enrico Deuringer per la grande sensibilità allo sport velico della Testata Giornalistica Sportiva Regionale e Rossella Raganati  per il grande contributo alla promozione della Vela della V Zona.

Ecco il riepilogo di tutti i premi “Eolo”:

LEGA NAVALE ITALIANA NAPOLI

Maggior numero di tesserati totali cadetti e juniores anno 2016

Maggior Numero di Tesserati Scuola Vela (C+J+S) 2016

REALE YACHT CLUB CANOTTIERI SAVOIA

Maggior Numero di Tesserati Cadetti + Juniores Ordinari

YACHT CLUB CAPRI

Maggior numero di tesserati Vela Scuola 2016 495

PEEPUL SPORT ONLUS

Maggior numero di tesserati vela paralimpica

LNI VICO EQUENSE

LNI CASTELLAMMARE

CIRCOLO NAUTICO MARINA DI ALIMURI

Comitato Organizzatore della III Tappa finale Optisud 2016

MONDO VELA

Salvatore Serio

MEDIA

Gianfranco Coppola

Enrico Deuringer

Rossella Raganati Gazzetta dello Sport

TECNICI

Francesco Forestieri classe Laser CVSA

UDR

Gennaro Ernano

ATLETI ANNO 2016 CAMPIONI ZONALI

Diventa Facilitatore Sportivo Solidale 2017

Riprendono i corsi gratuiti di educazione al volontariato sportivo organizzati nell’ambito di Velantariato. Il progetto, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale e patrocinato dal Comune di Napoli, mira a trasferire a giovani volontari le competenze necessarie per accompagnare/assistere i disabili in ambito sportivo.

Il corso è gratuito e si rivolge a giovani di età non superiore ai 35 anni.

Il corso si terrà nei mesi di giugno e luglio 2017 ed è suddiviso in 60 ore di teoria e 30 ore di tirocinio al termine del quale verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Sedi Operative:

-DREAM POINT Peepul – Accademia Aeronautica di Nisida

-DREAM POINT Peepul 2 – Se.Ve.Na. c/o Marina Militare, Molosiglio, via Acton 1.

Questo percorso è volto a conoscere le disabilità e valorizzare le “abilità altre”, interagire in modo competente con il disabile, e aiutare concretamente un atleta disabile durante la sua prova sportiva.

Per poter essere ammessi è necessario inviare il modulo d’iscrizione scaricabile qui: scheda-iscrizione-corso-formazione.
Per informazioni e contatti:

Presidenza: direzione@peepul.it – cell.3356973981

Coordinamento: asdsport@peepul.it – 3929969248

0001

Progetto VELAntariato – Conferenza stampa

VELAntariato – Volontariato e Sport!

In Campania, e generalmente nel Sud Italia, il mare è una risorsa sottoutilizzata sia economicamente che come fonte d’inclusione, salute e benessere e purtroppo, nonostante la predisposizione del territorio, l’offerta nautico-sportiva per disabili è nulla.

Le Associazioni Peepul Onlus, dalla parte dei disabili! e ASD Peepul Sport Onlus, sin dal 2004, hanno ovviato a questa carenza creando una buona prassi attraverso la concretizzazione di progetti per la realizzazione di centri velici attrezzati e attività di istruzione per le persone diversamente abili, promuovendo la pratica sportiva e la Vela come strumenti terapeutici e di inclusione sociale.

ASD Peepul Sport dispone di 3 imbarcazione DREAM e 2 imbarcazioni 2.4mR, è affiliata FIV ed autorizzata alla Scuola Vela per Tutti. Dal 2006 è C.A.S.P. presso le sedi in comodato d’uso gratuito dell’Accademia Aeronautia a Nisida e della Marina Militare al Molosiglio, Comprensorio Acton.

L’11 ottobre, presso la Se.Ve.Na., si è tenuta la conferenza stampa del progetto VELAntariato.

VELAntariato nasce con l’utilizzzo di fondi europei, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, con il sostegno di ENEL Cuore ed i patrocini di Comune di Napoli, CONI, FIV, CIP, Università degli Studi di Napoli “Parthenope”.

Lo sport si conferma il vettore più adatto per l’integrazione e la solidarietà. Peepul Onlus nel 2015 firma con la Marina Militare un accordo che ha reso possibile la fruizione, mediante un piano lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche, delle strutture della Se.Ve.Na. Sezione Velica di Napoli anche alle persone diversamente abili. L’Associazione ha finanziato l’installazione degli impianti necessari per consentire a Tutti di poter pratica la Vela, anche a livello agonistico, nella massima sicurezza e con la guida di esperti del settore.

“Per noi – dichiara Ileana Esposito Lepre, Presidente dell’Associazione Peepul Onlus – l’agonismo riveste un ruolo importante perchè rappresenta uno stimolo al confronto ed è un momento di visibilità per gli atleti. Potremo individuare così i futuri campioni paralimpici. Speriamo di poter offrire divertimento, amicizia, emozioni ed opportunità ai tantissimi ragazzi con bisogni speciali, promuovendo azioni in favore della società svantaggiata”.

L’Ammiraglio Luciano Magnanelli, Presidente della Sezione Velica della Marina Militare –“Questo è un percorso che si consolida. Superare le barriere architettoniche, ma soprattutto quelle culturali, è un dovere di tutti. Siccome siamo molto sensibili alle problematiche del disagio sociale, i beni collettivi della Marina Militare sono impiegabili al servizio della comunità civile”.

Francesco Lo Schiavo, Presidente V zona FIV precisa “Peepul Onlus è un punto di riferimento affidabile ed importante, che consente di fare squadra e rete nelle acque del Golfo”.

“Vera soddisfazione riportare la Vela in Campania, merito della frizzante operosità di Ileana Esposito” dichiara il Dott. Carmine Mellone, Presidente CIP Campania, che dona all’Associazione Peepul Onlus la bandiera del CIP Comitato Italiano Paralimpico.

L’Arch. Liana De Filippis, Direttrice dei lavori di abbattimento delle barriere architettoniche alla Se.Ve.Na. : “Disabilità non è un mondo a parte ma parte del nostro mondo!”

PER MARE NON CI SONO BARRIERE!

Asd Peepul Sport al CICO Formia 2016

Campionato Italiano Classi Olimpiche
 Formia 2016

 

 

La FIV Federazione Italiana Vela da oltre vent’anni lavora a un evento unico che accorpa i campionati italiani delle classi olimpiche creando così un’Olimpiade Italiana della Vela.

Quest’anno il CICO verrà ospitato nell’area del Caposele con l’organizzazione del Circolo Nautico Caposele con la IV Zona FIV e il patrocinio di Città di Formia e Regione Lazio.

Il CICO rappresenta la conclusione del quadriennio olimpico, un evento a cui sono attese 250 imbarcazioni per 400 atleti divise nelle dieci Classi Olimpiche (470 M, 470 F, Laser Standard, Laser Radial, Nacra 17, 49er, 49er FX, RS:X M, RS:X F e Finn) e nella classe paralimpica del Singolo 2.4 mR, compresi diversi equipaggi stranieri.

Per questa edizione del CICO sono previste due basi logistiche a terra – il Porticciolo Romano antistante il Circolo Nautico Caposele per accogliere le classi Finn, 470 (M e F) e 2.4 mR, e la spiaggia di Vindicio per le tavole RS:X (M e F), 49er, 49er FX, Nacra 17, Laser Standard e Laser Radial – e cinque campi di regata.

Anche laAsd Peepul Sport Onlus prende parte alla manifestazione internazionale del Campionato Italiano Classi Olimpiche, che si terrà a Formia dal 4 al 9 Ottobre 2016 presso il Circolo Nautico Caposele.

 

Il Presidente Vittorio Lepre sottolinea che la partecipazione dei nostri atleti all’evento rappresenta uno step fondamentale per il nostro Circolo, che da anni persegue l’intento di promuovere e diffondere la Vela come uno Sport “per tutti”, prestando particolare attenzione alle persone disabili, socialmente svantaggiate e con bisogni speciali.

Gli atleti di ASD Peepul Sport Onlus 

I nostri atleti, Anna Bari e Stefano D’Alessio, sono gli unici atleti provenienti da una regione del Meridione italiano per la classe 2.4mr.
Ve li presentiamo:

Anna Bari

Anna ha 41 anni, è cresciuta a Napoli ed è la fierissima mamma di Alessio. Qualche anno fa si è avvicinata alla Vela, appassionandosi ad ogni uscita in mare.

Anna ci racconta: “Grazie all’Associazione Peepul Onlus, che mi ha dato l’opportunità di avvicinarmi a questo Sport, sto partecipando per la seconda volta al CICO. Il mio primo Campionato delle Classi Olimpiche è quello del 2015 a Napoli; esperienza bellissima e di grandi emozioni. Che dire… la disabilità non è un limite! Anzi, ringrazio tutte le persone che mi sono accanto e che mi stanno accompagnando, in questa nuova avventura, al CICO 2016 di Formia. Buon Vento a me!”

 

Stefano D’Alessio

Stefano è uno psicologo napoletano di 28 anni e lavora sul territorio di Napoli e provincia con Associazioni che si occupano di disabilità psichica e fisica. Con questo lavoro ha conosciuto la realtà di Peepul Onlus, grazie al progetto di Velaterapia rivolto a persone con disabilità.

Attraverso questa attività ho avuto la possibilità di imparare i rudimenti per portare una barca a vela. Il motto “Per mare non ci sono barriere!” coglie in pieno l’essenza di questo progetto, al quale mi sono sempre più appassionato sino ad arrivare all’esperienza di CICO 2016. Sarà la prima volta in cui partecipo ad una regata e sono sicuro che sarà un evento positivo che mi porterà a nuove avventure in mare”.

 

Formia 2016 Circolo Nautico Caposele

La base logistica è il Circolo Nautico Caposele, forte di un piazzale antistante la sede stessa di mq. 3.000, situato sullo splendido sito del Porticciolo Romano che attualmente si è arricchito con il recupero dell’area archeologica. Questa location ha ospitato la segreteria organizzativa, la sala stampa, l’area stazze al coperto e l’area riservata alle classi 470, Finn e 2.4 mR, con a disposizione tre scivoli e un servizio gruetta con banchina per l’attracco delle imbarcazioni per diversamente abili.

Il teatro all’aperto nell’area archeologica è sede della premiazione.

Il villaggio per l’evento del CICO si estende a tutta la Pineta di Vindicio e il primo tratto di spiaggia.

L’accoglienza è curata dal personale del Circolo Nautico Caposele con cui cooperano i giovani volontari delle scuole superiori del Golfo, in particolare l’Istituto Filangieri di Formia con cui è attivo un progetto di alternanza scuola-lavoro.

La ricettività è curata da Spirit of Travel, un Tour Operator che ha messo in rete tutte le strutture ricettive della città per accogliere al meglio gli atleti.

L’edizione 2016 del CICO vede ben 5 campi di regata, posizionati il più possibile vicino alla costa, per fare in modo che le regate siano visibili al pubblico, a una distanza massima di 1,5 miglia dalla sede del Circolo Nautico Caposele.

La sicurezza a mare è ad opera della collaborazione tra Capitaneria di Porto, Guardia di Finanza di mare della Scuola Nautica GdF e Fiamme Gialle.

Prime prove nel golfo di Gaeta per il Campionato Italiano Classi Olimpiche 2016.

La giornata d’esordio è stata meteorologicamente instabile, preoccupando l’operato dei Comitati di Regata e condizionando l’andamento delle prove in programma per i quasi 200 equipaggi divisi nelle dieci Classi Olimpiche.

Scese in acqua a metà mattinata, con un vento tra i 4 e i 9 nodi, le flotte del 470 (maschile e femminile), del Laser (Standard e Radial), della tavola a vela RS:X, del Finn e del singolo paralimpico 2.4 mR hanno sfruttato queste condizioni per portare a termine una prima serie di regate. Successivamente un calo del vento ha costretto gli organizzatori a sospendere temporaneamente l’attività in acqua.

 

La seconda giornata è stata movimentata: la forte perturbazione che ha interessato il Centro e il Sud Italia ha portato nel golfo di Gaeta una dose abbondante di pioggia, fin dalle prime ore del giorno, condizioni che sono poi andate migliorando nel corso del pomeriggio, tanto che alla fine tutte le classi sono riuscite, tra la sessione mattutina e quella pomeridiana, a portare a termine le prove previste per oggi, grazie a un vento che si è stabilizzato tra i 10 e i 14 nodi d’intensità (tra i 50° e i 60° la direzione).

 

Con le ultime prove disputate in condizioni di vento leggero, si è conclusa a Formia l’edizione 2016 del Campionato Italiano Classi Olimpiche, con titoli andati a Giorgio Poggi (Finn), Daniele Benedetti (RS:X M), Marta Maggetti (RS:X F), Francesco Marrai (Laser Standard), Valentina Balbi (Laser Radial), Stefano Maurizio (2.4 mR), Porro-Marimon Giovannetti (Nacra 17), Dubbini-Cavalli (49er), Raggio-Bergamaschi (49er FX), Kosuta-Farneti (470 M) e Di Salle-Dubbini (470 F).

 

Una volta archiviate queste ultime regate, presso l’Anfiteatro dell’Area archeologica di Caposele, si è svolta la premiazione di questa edizione del Campionato Italiano Classi Olimpiche, che pur avendo dovuto affrontare condizioni meteo decisamente avverse, alla fine è terminata con un buon numero di prove concluse e la soddisfazione dei quasi 200 equipaggi giunti a Formia.

“Questo CICO 2016 è stato un bel campionato: certo, le condizioni in questi quattro giorni non sono state di aiuto, ma alla fine i Comitati di Regata sono stati bravi a sfruttare le finestre meteo favorevoli e il programma è stato rispettato”, ha dichiarato a margine della premiazione il Vice Presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre. “Prima di tutto, voglio fare i complimenti a tutti vincitori dei titoli Italiani. E mi ha fatto molto piacere vedere così tanti giovani in acqua, a conferma che il lavoro di programmazione svolto sia dalla Federazione che da i singoli circoli, la maggior parte dei quali sempre al fianco degli atleti grazie a degli sforzi enormi, sta finalmente pagando”.

Noi di Asd Peepul Sport Onlus siamo felici e fieri di aver partecipato e di essere addirittura sul podio.

I ringraziamenti non sono mai abbastanza, CICO 2016 è un’esperienza da portare dentro come prova concreta di dedizione, passione e coscienza.

Il 2° e il 3° posto conquistati dagli atleti di PEEPUL Sport Onlus

sono stati una vittoria unica,

da incorniciare nel cuore.

Ringraziamo l’intera organizzazione del C.I.C.O. Campionato Italiano Classi Paralimpiche

Alla prossima regata!!! Buon Vento a tutti!!!

E abbiate sempre la certezza che

PER MARE NON CI SONO BARRIERE!

L’organizzazione del Campionato Italiano Classi Olimpiche è stata curata, su indicazione della Federazione Italiana Vela, dal Circolo Nautico Caposele in collaborazione con Yacht Club Gaeta, Centro Velico Vindicio, Circolo Remiero e Velico Terracina, Lega Navale Italiana sez. di Scauri e Circolo Nautico Vela Viva. Fondamentale la collaborazione di numerosi volontari e degli studenti dell’Università di Cassino Facoltà di Scienze Motorie, dell’Istituto Nautico di Gaeta Caboto, dell’istituto Superiore Stefanelli di Mondragone e dell’Istituto Commerciale Filangieri di Formia.
Sponsor e partner dell’evento sono stati Banca Popolare del Cassinate, il Comune di Formia, la Regione Lazio, Confcommercio, Istituti Scolastici del Golfo, Capitaneria di Porto, Fiamme Gialle e Polizia locale.
A seguire tutti i risultati finali, classe per classe (classifiche complete su www.cncaposele.it/it/cico2016).

FIV CICO a Napoli dal 17 – 20 settembre 2015

CAMPIONATO ITALIANO CLASSI OLIMPICHE
NAPOLI, 17 – 20 SETTEMBRE 2015

DOWNLOAD BANDO DI REGATA
DOWNLOAD LISTA ALBERGHI E B & B AGGIORNATA AL 28.07.2015

ASD Peepul Sport Onlus parteciperà per la prima volta al Campionato Italiano Classi Olimpiche, con Anna Bari e Dario Pizzicato, unici atleti provenienti da una regione del Meridione d’Italia per la classe 2.4mr .
Il CICO** è in programma nelle acque del golfo partenopeo dal 16 al 20 settembre (prime regate il 17) e presso il Villaggio della Vela allestito per l’occasione alla Rotonda Diaz.

“La partecipazione dei nostri atleti all’evento rappresenta uno step fondamentale per il nostro circolo che da anni persegue l’intento di promuovere e diffondere la vela come uno sport “per tutti”, prestando particolare attenzione alle persone con bisogni speciali, disabili e socialmente svantaggiate”.
Un particolare in bocca al lupo va ad Anna Bari timoniere IFDS che condurrà ITA 40 della Fondazione Gambardella, restaurata per l’occasione dal circolo Peepul Sport.

Vi aspettiamo per un applauso d’incoraggiamento!

Vittorio Lepre
Presidente A.S.D. Peepul Sport

** Il CICO, acronimo del Campionato, è la manifestazione più importante del calendario nazionale della Federazione Italiana Vela, un evento dai numeri impressionanti alla fine del quale vengono assegnati i tricolori delle dieci classi olimpiche e della classe paralimpica 2.4 mR.

FONTE: velaincampania.it

Vademecum I CAN SAIL – II Edizione (2016)

Al via la raccolta dati per la seconda edizione del Vademecum Vela I CAN SAIL – la Vela per tutti in Italia 2016.
Chiunque fosse interessato e vuole essere inserito, può inviare una e-mail a asdsport@peepul.it.

Leggeri come vele.. In un mare d’amore 2010/11

Il progetto Leggeri come vele.. In un mare d’amore 2010/11 mira all’inclusione sociale dei soggetti autistici, attraverso la sperimentazione di un servizio innovativo di fruibilità sportiva, basato sulla risorsa mare. È destinato a 10 persone e si auspica nella sua replicabilità futura.

L’esperienza maturata nel corso degli anni dai singoli partner dell’ATS dimostra come lo sport (e in particolare le discipline legate all’acqua ed al mare) sia un efficace strumento di integrazione, che determina un miglioramento della partecipazione e della qualità della vita dei soggetti autistici. La pratica sportiva intesa come strumento di inclusione sociale e di cittadinanza attiva (così come definita dalla Commissione Europea nel Libro Bianco per lo Sport) migliora la motivazione alla riabilitazione, alla socializzazione ed il senso di solidarietà dei partecipanti.

Il mare, inoltre, rappresenta un luogo ambientale del tutto peculiare per le pratiche riabilitative delle persone autistiche, il cui punto critico è legato all’incapacità di stabilire relazioni sociali e alla difficoltà di comunicare. Questo nuovo ambiente rappresenta un profondo cambiamento di stato per il disabile, un contesto percettivo nuovo in grado di stimolarli profondamente.

Un’esperienza fortemente emotiva che trascende il livello comunicativo delle parole. Per chi è abituato a vivere sempre in un ambiente protetto, fare un’esperienza di questo tipo significa sentirsi libero, forse per la prima volta in vita sua. La velaterapia è nata come piano di reinserimento sociale per adolescenti considerati soggetti a rischio e gli eccellenti risultati ottenuti hanno favorito l’estensione di progetti simili dedicati a vari ambiti sociali finanche alla terapia per l’autismo.
La partecipazione a corsi di vela e alla vita di mare comporta effetti positivi sia dal punto di vista fisico che sociale e psicologico, aiutando i destinatari del progetto a migliorare le proprie potenzialità, a scoprirne delle nuove nonché ad aumentare la convinzione nei propri mezzi creando conseguenze positive nelle loro condizioni di vita.

Sfruttando il già esistente Dream Point Peepul – centro di vela per disabili concesso in uso, dal 2007, dall’Accademia Aeronautica di Pozzuoli nei pressi dell’isola di Nisida – e l’esperienza maturata negli ultimi tre anni dall’Associazione Peepul nella gestione di corsi di vela per tutti (circa 45 corsisti disabili dei quali 6 affetti da autismo) si sono organizzati corsi sportivi di vela per tutti in cui le persone affette da patologia autistica che hanno partecipato alle uscite in barca, con l’ausilio di personale formato e altamente qualificato, alla pari con altri giovani coetanei.

I corsi sono stati  preceduti da laboratori di familiarizzazione utili ad aumentare il coinvolgimento e l’interesse dei destinatari finali (uscite sul gommone, disegni, nodi marinai, esercizi motori etc..).

L’ intervento si rende necessario per allargare il circolo chiuso tra la famiglia e la persona con bisogni speciali che definisce la sua dimensione solo all’interno di un piccolo nucleo, rimanendo fuori da tutto quello che invece la vita offre.

Spesso in famiglia o a scuola la persona disabile autistica finisce con l’escludere certe funzioni che vengono svolte da un congiunto o assistente. L’attività motoria e sportiva spinge il disabile a cambiare i ritmi abitudinari e i suoi limitati schemi motori e ed aumentare il proprio volume di azione e i propri orizzonti fisici attraverso le attività motorie. In questo modo sente il suo corpo più valido , scopre un mondo nuovo e supera la paura di inadeguatezza.

Nella dimensione del gioco/divertimento e del piacere sensomotorio si favorirà così l’integrazione con altri soggetti non disabili poiché la diversità dei destinatari in compagnia dei coetanei non disabili troverà un linguaggio comune essenziale nella partecipazione emotiva e nello scambio di sensazioni.

Contemporaneamente, a seconda delle esigenze e richieste familiari, si potrà o alleggerire il carico di cura che le famiglie offrono ai propri parenti (figli, fratelli, sorelle, genitori, mogli, mariti, etc.) prendendo in carico il familiare affetto da sindrome autistica oppure proporre ed offrire ad essi nuove modalità di partecipare alle stesse attività con ruoli diversi da quelli abituali.

Per mare non ci sono barriere – Biennio 2004 – 2006

Nel 2004 la Asd Peepul Sport Onlus ha fondato Dream Point Peepul, con sede nella sezione nautica di Nisida dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli.

Prende il nome dall’imbarcazione a vela Dream, una nuova concezione dello sport vela con l’utilizzo di barche con due posti a sedere e l’istruttore in barca. Con essa, i corsi si sviluppano in allenamenti che permettono di imparare a veleggiare rapidamente in solo otto lezioni, in tutta sicurezza e pieno divertimento. I corsi si rivolgono a persone dai 7 agli 80 anni e rappresentano un valido strumento di riabilitazione e di aiuto psicomotorio per  tutte le forme di disabilità.

Allo scopo di abbattere sia le barriere architettoniche sia quelle culturali,  la sede è attrezzata con un sollevatore per disabili ed i volontari ed il personale tecnico sono adeguatamente formati sia dal punto di vista agonistico che dal punto di vista psico-relazionale.

Le Ali di Dream (2007)

Formazione di volontari ed operatori (disabili e non) per lo svolgimento delle attività di istruzione, di vela, di assistenza a bordo ed a terra, di accoglienza e di accompagnamento.

 

L’iniziativa, organizzata dall’Asd Peepul Sport, in collaborazione con l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, ha per oggetto un corso sperimentale di formazione per l’avviamento alle attività di assistenza e di istruzione della vela a persone disabili.

Il corso è finalizzato all’acquisizione di conoscenze specifiche degli sport nautici ma è anche inteso a favorire la sensibilizzazione e l’informazione dei volontari relativamente alla dimensione dei disabili. Alla fine del ciclo venti nuovi assistenti ed istruttori di vela saranno in grado di poter assistere ed insegnare e quindi permettere di praticare la vela a tutti, compresi i disabili di ogni età.

Nell’ambito del progetto all’alunno più assiduo verrà assegnata una borsa di studio, resa possibile grazie alla donazione fatta da Valentina Sanfelice di Bagnoli e dell’azienda Ingegneria & Finanza.

La disabilità non ha limiti né confini se si attivano sinergie vere, questo vale soprattutto in presenza di progetti assai ambiziosi”, dichiara Ileana Esposito Lepre, presidente di Peepul, che aggiunge: “Il corso vuole dare una prima risposta all’esigenza di formare operatori in grado di far uscire dall’emarginazione e dalla solitudine le persone con disabilità, spesso escluse dalle attività di svago, cultura e sport. Il ruolo del volontariato è anche quello di creare un sistema di reti eccellenti attraverso cui attuare grandi progetti al servizio delle fasce deboli”.

Il corso vanta testimonial d’eccezione come la campionessa paralimpica Imma Cerasuolo ed il velista Giorgio Zorzi, e alla presentazione, oltre ai rappresentanti degli organizzatori e delle altre associazioni interessate, parteciperanno Valeria Castaldo (direttrice del Centro Servizi e Volontariato di Napoli) e Luigi Coscia Porrazzi (Lega navale di Procida).

Progetto Mare Aperto – Biennio 2007/2008

Progetto per l’informazione degli alunni di tre scuole medie sulle attività veliche e della navigazione e sulle attività economico-produttive legate al mare ed al porto di Napoli.

L’Associazione di volontariato Peepul, dalla parte dei disabili comunica che il 21 novembre 2007 dalle 10,30 alle 13,30 presso il Turtle Point dell’Acquario della Stazione Zoologica  in Via Crocchia,28 Bagnoli (Na) si terrà la manifestazione introduttiva del progetto Mare Aperto, realizzato con il patrocinio ed il sostegno dell’Assessorato alla Solidarietà della Provincia di Napoli , il partenariato dell’Accademia Aeronautica e la collaborazione di MSC Crociere e della Stazione zoologica di Napoli.

Il progetto inquadra l’argomento ‘mare’ in modo innovativo cercando una fonte d’informazione, formazione ed educazione dal rapporto città-mare e delle realtà socio-economico-produttive e nautiche legate al mare e mira al contempo a diffondere tra i giovani la cultura delle pari opportunità per tutti anche nella fruibilità del mare .

Si offrirà ai giovani l’orientamento informativo con la constatazione diretta del mercato del lavoro legato alle attività marittime e portuali ed alla ricerca biologica ed anche l’opportunità di praticare e conoscere la vela. Sono previste visite sulle navi da turismo e mercantili dell’MSC ed al Turtle Point.

Gli organizzatori ed esperti dell’associazione Peepul insieme ai dirigenti scolastici, i docenti e gli allievi delle scuole impegnate nel progetto – Cortese, G.Gigante e Pirandello – saranno lieti di presentare le attività ed i laboratori didattici dei vari moduli del progetto ai rappresentanti istituzionali dell’Istruzione , della Formazione , delle Politiche sociali, della Capitaneria di Porto, alle famiglie, agli Enti privati e pubblici ed agli organi della Stampa invitati alla manifestazione.

Sono previsti gli interventi del dott. Sagristani, Assessore alla Solidarietà della Provincia di Napoli, della prof.ssa Flegra Bentivegna, direttrice della Stazione Zoologica di Napoli, del prof. Catalani dell’Università Parthenope, del dott. Ciro Vespa per MSC Crociere.
E’ previsto un saluto da parte dell’Accademia Aeronautica.

“Un’altra idea ed un altro progetto che la nostra associazione , promotrice di tre reti di associazioni, di scuole ed oggi di organizzazioni sportive, aggiunge al mosaico che andiamo costruendo da quattro anni a ritmo serrato con tanti piccoli ‘buoni esempi’- ha dichiarato Ileana Esposito Lepre, referente del progetto – per attivare percorsi utili a promuovere e diffondere tra i giovani la cultura delle pari opportunità per tutti e per ottenere un cambiamento di mentalità circa le diverse abilità nell’intera società.

L’idea di questo progetto nasce dalla constatazione che fra la città di Napoli ed il suo mare, pur visibile e presente quasi ovunque e molto importante per la storia della città, c’è sempre stato un rapporto un po’ sofferto, poco utile al benessere dei cittadini napoletani, dalle spiagge allo sport della vela, da sempre appannaggio di pochi!

Siamo convinti che per cambiare la mentalità della nostra città bisogna iniziare dagli studenti, in ognuno dei quali c’è già il cittadino di domani come noi lo vorremmo.”

Progetto Mari Globali (2008)

Convegno Nazionale con 40 esperti nazionali per l’informazione, la sensibilizzazione e il confronto sull’importanza della pratica sportiva e dello sport vela in particolare, per lo sviluppo psicosociale dei disabili e la peculiarità dell’azione di promozione del volontariato in tale settore.

Confronto e scambio di buone prassi fra i protagonisti delle attività e delle politiche sociali del Nord e del Sud con l’individuazione dei percorsi da seguire in futuro.

‘Il Punto e la Rotta’ triennio 2007- 2009

Realizzazione di corsi gratuiti di avviamento allo sport della vela per i disabili con la partecipazione attiva delle loro famiglie, mediante l’utilizzo di due imbarcazioni a vela biposto con doppi comandi (classe Dream). Fino al 2008 sono stati realizzati corsi gratuiti per 45 allievi disabili motori, non vedenti e con problemi mentali.

L’iniziativa ha lo scopo principale di avvicinare le persone diversamente abili allo sport della vela. La mutualità su cui si fonda la navigazione a vela determina infatti una forte solidarietà che diventa strumento efficace contro l’esclusione sociale in ogni sua forma. Inoltre il problema della disabilità, una volta riconosciuto come diffuso e condiviso, ridimensiona le reazioni di rifiuto tipiche di quando una disabilità interviene nella vita delle famiglie.

La navigazione a vela si configura pertanto come “strumento” educativo, riabilitativo e terapeutico.
Inoltre il progetto ha permesso la promozione di un’associazione di volontariato c.d. di rete “Il punto e la rotta” formata da 12 organizzazioni (circoli, leghe navali ed associazioni) per la divulgazione della “buona prassi” che si sta realizzando con la scuola vela.  Le organizzazioni sono le seguenti:

1.    Associazione di volontariato Peepul, Na;
2.    Ass. Nuova famiglia, Celle di Bulgherie, Palinuro – Sa;
3.    Associazione Sportiva Dilettantistica ‘Itaca ritorno allo sport”, Na;
4.    Circolo Nautico Arcobaleno, Torre Annunziata, Na;
5.    Circolo Nautico “Fornillo”, Positano, Sa;
6.    Coop. Nati due volte, Torre del greco, Na;
7.    Cooperativa sociale”Mare Luna” ar.l., Vallo della Lucania, Sa;
8.    Lega Navale Italiana delegazione di Procida, Na;
9.    Yacht Club Vela.it, Forio d’Ischia., Na;
10.    Cooperativa Sociale “Arcobaleno”-Marina di Camerota
11.    Yacht Club Capri
12.    LNI di Sorrento

Velalonga: il gran finale

Domenica 15 marzo, al Teatro Mediterraneo sono stati premiati i vincitori della regata Velalonga. Per la classe Dream, ha ottenuto il primo posto il velista Mario Naselli che, nei match races di venerdì e sabato, ha riportato la vittoria su Mario Patalano, Sarah Vom Scheidt e Alessandra Borrelli, seguiti con viva e commossa partecipazione da una folla di amici e familiari, presso il molo del centro velico Dream Point di Peepul, nella Baia di Nisida. “Oggi abbiamo regalato un’importante vittoria a tutti i nostri amici con bisogni speciali – ha dichiarato Ileana Esposito Lepre, presidente dell’associazione Peepul, a sostegno dei disabili – Voglio ringraziare, in particolare, i professionisti e gli operatori volontari del nostro centro, che hanno seguito e preparato i nostri allievi, il Gen. Franco Marsiglia, per il grande supporto organizzativo dell’Accademia Aeronautica, l’attiva partecipazione della Lega Navale di Procida, rappresentata dal consigliere allo sport Francesco Zeza, e un grazie speciale al presidente della LNI di Napoli, Gianfanco Sulis che ha ospitato i nostri velisti in questa 25° edizione della Velalonga, incentivando le loro aspirazioni e obiettivi agonistici nella disciplina velica”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Adele Gagliardi, coordinatrice dei corsi di vela di Peepul e socio della LNI di Procida: “l’evento ha contribuito all’abbattimento delle barriere nello sport, soprattutto di quelle culturali, dando l’opportunità di evidenziare, in una competizione agonistica, le eccellenti qualità atletiche dei velisti del Dream Point Peepul”.

Trofeo Peepul : Tutti nella stessa barca

Il bel tempo ha inaspettatamente accompagnato lo svolgimento della prima regata dell’ ASD Peepul Sport di Napoli durante le giornate del 5-6 Maggio 2012.

La manifestazione velica “I TROFEO PEEPUL – TUTTI SULLA STESSA BARCA” , organizzata dall’ASD Peepul con la collaborazione dell’Accademia Aereonautica e del suo distaccamento presso l’isolotto di Nisida,  si è svolta nelle acque ad esso antistanti nel golfo di Pozzuoli.

L’evento, aperto alle imbarcazioni 2.4mr e Dream, è stato così suddiviso: 4maggio: accoglienza e perfezionamento iscrizioni – 5maggio: primo giorno di regate – 6maggio: secondo giorno di regate e premiazione presso pontile panoramico di Bagnoli.

La parte organizzativa relativa alla conduzione tecnica è stata affidata ai giudici di regata Marco Tosello (presidente), Salvatore Rollin e Paolo la Penna.

Il vento regolare e direzione SSW che ci ha accompagnato in questi due giorni di regata è stato costante e soddisfacente facendo svolgere regolarmente le nr 5 prove previste in un campo di regata con un raggio di 0,350 mm(kn). Durante il primo giorno di regata sono state disputate 3 prove con vento di intensità a rinforzo intorno a 8/14 kn,  onda leggermente formata, corrente regolare, che ha messo talvolta a dura prova specialmente gli equipaggi delle imbarcazioni Dream; durante il secondo giorno sono state disputate 2 prove con vento da 270 di 13 nodi.

Le prove si sono quindi, svolte regolarmente con un’ alternanza di posizioni tra i migliori velisti disabili e non della classe 2.4 mR come Nicola Redavid ,Carlo Annoni, Cristian Tarasco e Elena Polo, Walter Puddu.

Il trofeo è stato vinto da Nicola Redavid (1-1-1-1-1), secondo Carlo Annoni (3-3-2-2-2), terzo Cristian Tarasco (2-2-3-3-3).

Da notare che la Fondazione Gambardella ha fornito un’ imbarcazione 2.4mR all’ASD Peepul Sport per permetterle di partecipare alla regata con a bordo l’atleta  cagliaritano Walter Puddu.

Gli atleti senior dell’ ASD Peepul Sport, neofili di esperienza per ora, ma speranzosi di divenire promesse agonistiche, hanno svolto la regata con una partenza posticipata rispetto alle 2.4, sulle tre imbarcazioni Dream del sodalizio velico con la vittoria del team composto da Alfonso Esposito e Erminio Sarno.

Hanno partecipato all’inaugurazione il col.Leo, il col Massimi , il cap.De Luca ed il mar. Cavallaro in rappresentanza dell’Accademia Aeronautica, il vicepresidente della Provincia di Napoli Gennaro Ferrara, il presidente della X municipalità Giorgio De Francesco, Annamaria Schena in rappresentanza del presidente Paolo Graziano dell’unione Industriali.

Una folta folla di soci, amici , simpatizzanti e cittadini hanno seguito la regata dalla splendida affacciata del pontile di Bagnoli ed hanno partecipato all’inaugurazione sotto al gazebo ivi allestito grazie al permesso della società Bagnolifutura.

Si ringrazia anche la fondazione IDIS Città della Scienza per l’ospitalità offerta al seminario svolto il giorno 4 quale momento di riflessione sulle tematiche della ‘vela per tutti’.

Si ringraziano gli sponsors che hanno gentilmente sostenuto le spese della ristorazione e le varie spese organizzative durante le tre giornate.

Si ringraziano gli operatori ed i volontari dell’associazione Peepul e fra questi un saluto in particolare al ten. col. Ospite

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo in base alle norme vigenti in materia di trattamento dei dati e privacy.

Chiudi