Skip to Content

Pre-campagna per la raccolta fondi Meridonare

A partire dal mese di settembre, l’Asd Peepul Sport scenderà in campo, promuovendo il progetto VelAccessibile su Meridonare (www.meridonare.it/progetto/velaccessibile), la prima piattaforma di crowdfunding sociale del Meridione, che nasce della Fondazione Banco Napoli e sostiene progetti sociali, culturali e civici, affinché ogni realtà locale abbia la possibilità di raccogliere le risorse necessarie, economiche e non, grazie alla forza del web e della solidarietà.

Vi informiamo, dunque, che dal mese di settembre sulla piattaforma Meridonare inizierà la nostra nuova sfida di raccolta fondi per il progetto VelAccessibile.
Il nostro obiettivo è migliorare l’accesso al mare e alla pratica sportiva per i disabili dell’area metropolitana di Napoli e della Campania, attraverso l’acquisto di attrezzature specifiche (una gruette per l’imbarco e boe sonore per l’orientamento a mare) che renderanno più accessibile la nuova scuola vela presso la Marina Militare.
In tal modo potremo avviare nuove attività veliche per disabili motori e soprattutto non vedenti.

Come puoi aiutarci?

Scarica QUI il nostro volantino della campagna Crowdfunding VelAccessibile e inizia a parlarne!

Il tuo libero contributo, che potrà corrispondere anche solo al valore di un aperitivo, sarà reso visibile sulla piattaforma.

Stay tuned e segui tutti i nostri prossimi aggiornamenti!

Buona estate!

 

4loghi NLRecapiti

CF PI IBAN

Campionato Internazionale Homerus 2017 – Match Race per Non Vedenti

Si è svolta a Salerno la Match Race 2017 per non vedenti e ipovedenti, una manifestazione di rilevanza internazionale che si è protratta per cinque giorni del mese di maggio (dal 16 al 20) nello spazio acqueo tra il porto Masuccio Salernitano e il porto Marina d’Arechi.

Alla competizione hanno preso parte due tra i velisti della Asd Peepul Sport: Antonietta Caruso, non vedente, e Massimo Miranda, ipovedente.

Antonietta, 58enne di Mugnano, ha dedicato all’attività sportiva molte delle sue energie che l’hanno portata ad ottenere numerosi riconoscimenti agonistici, prima col judo e dal 2014 con la vela. Proprio nel 2014 infatti ha ottenuto il titolo di “Campionessa regionale di vela” nella classe “Dream”.

Quest’anno poi la decisione di partecipare al corso di formazione per autonomia in mare realizzato dall’Associazione Homerus Onlus sul lago di Garda, nella località di Bogliaco. Qui Antonietta Caruso e Massimo Miranda hanno partecipato al percorso di sei giorni, dal 2 all’8 aprile, che ha permesso loro di perfezionare l’uso delle boe sonore, imparando a discriminare ancor meglio il loro suono. Non solo, durante la formazione, i due velisti hanno avuto la possibilità di allenarsi in mare sulle meteor, le imbarcazioni utilizzate durante la Match Race di Salerno.

L’esperienza del Campionato Internazionale di Salerno ha rappresentato per i due sportivi un momento di crescita agonistica e di confronto con realtà veliche di tutta Europa. Ma soprattutto, ha rappresentato per i nostri velisti una grande soddisfazione e una enorme gioia, grazie al raggiungimento del secondo gradino del podio per Massimo e del terzo gradino per Antonietta. 

La vela, oltre ad essere un’attività sportiva a beneficio del corpo e della mente, rappresenta per il disabile visivo un momento di reale integrazione sociale poiché rende possibile di partecipare alle regate di flotta gareggiando assolutamente alla pari contro equipaggi composti da normodotati. La competizione ha visto sfidarsi, infatti, due equipaggi composti esclusivamente da atleti non vedenti non accompagnati in un campo di regata allestito con le boe sonore.

Ecco alcune immagini della formazione e della Match Race salernitana:

2 1 3 4 5 6 7 8 9 10 11

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo in base alle norme vigenti in materia di trattamento dei dati e privacy.

Chiudi